Spuntini proteici: 5 idee sane e buone per ricaricarsi

Cosa mangiare a metà mattina o metà pomeriggio quando si avverte quel famoso leggero languorino? Ecco alcune idee per preparare una merenda proteica, a basso contenuto di carboidrati, all’insegna del benessere e del gusto.

Cosa mangiare per degli spuntini sani?

L’obiettivo di avere un fisico scolpito e una migliore resistenza durante l’esercizio fisico in palestra è condiviso da molte persone: non c’è modo peggiore di mancarlo praticando regimi alimentari fai da te, senza il consulto di un medico, di un nutrizionista o di un dietologo. Ogni individuo ha delle esigenze del tutto individuali che vanno valutate con attenzione, dunque prendete queste indicazioni come del tutto generiche. Forse potreste domandarvi cosa mangiare per degli spuntini sani? Come spezzare la fame a metà mattina o durante il pomeriggio con degli snack salutari?

A questo punto si dovrebbe parlare di dieta proteica, dopo aver capito a chi è adatta e come funziona: in questo regime alimentare vengono consigliati degli spuntini proteici veloci. Di cosa si tratta? Sono sostanzialmente alimenti utili per i muscoli, che permettono di saziarsi senza accumulare grassi. Molto pratici si dimostrano sempre gli snack proteici già confezionati, da portare sempre in borsa, ma non sono gli unici. Cerchiamo di conoscere, dunque, le diverse declinazioni degli spuntini proteici light.

spuntini proteici 5 idee per merende sane

Cosa mangiare come spuntino per la massa?

La questione tipica è meglio mangiare prima o dopo l’allenamento? Quando ci si esercita o si fa sport con una certa intensità, tuttavia, bisognerebbe chiedersi anche cosa mangiare come spuntino per la massa? Pensare a uno snack con poche calorie non sarebbe corretto, poiché il dispendio di energie in tale situazione è maggiore rispetto a una vita più sedentaria. Vedremo nei capitoli successivi, dedicati agli esempi pratici di spuntini proteici, che possono avere un ruolo importante i cosiddetti superfood.

Perché mangiare un dessert proteico?

Una dieta proteica è priva di carboidrati complessi o, quantomeno, ne limita molto l’assunzione: è possibile concedersi un fine pasto dolce in questo regime alimentare? Certo, anche continuando a evitare i grassi e favorendo le proteine. Perché mangiare un dessert proteico? Oltre ai motivi prettamente dietetici, terminare il pranzo con un’ultima portata del genere permette di restare leggeri e attivi anche a livello mentale, senza accusare la classica sonnolenza post abbuffata. Un’ottima cosa soprattutto se ci si trova in ufficio o, in ogni caso, si deve lavorare.

spuntini proteici 5 idee per merende sane

Quali proteine mangiare a merenda?

Dalla teoria alla pratica: ecco alcuni suggerimenti su come confezionare un’appetitosa merenda fit, che dia soddisfazione al palato e non incida negativamente sulla forma fisica, secondo le diverse esigenze alimentari. Ebbene, quali proteine mangiare a merenda? Provate a seguire le seguenti 5 semplici ricette per uno spuntino pomeridiano equilibrato.

Spuntini proteici per la massa muscolare

Chi fa sport, sia nei giorni di riposo, sia in quelli di allenamento, ha bisogno di spuntini proteici per la massa muscolare da modulare in base al dispendio calorico: ricordiamo che per fare esercizio fisico serve energia e non ha senso privarsi del cibo, anzi fa molto male. Degli ottimi spuntini proteici senza carboidrati per sportivi sono rappresentati dalla frutta secca o con guscio: mandorle (se ne possono assumere fino a 6), noci (massimo 2 o 3), nocciole (anche 8), cui abbinare delle gallette di riso integrale o dei biscotti senza glutine e una proteina a scelta tra prosciutto privo di grasso o bresaola (circa 50 grammi), un vasetto di yogurt senza lattosio o di fiocchi di latte, un uovo sodo oppure delle apposite barrette proteiche, da assumere comunque sotto controllo medico.

Spuntini proteici per dimagrire

In un regime alimentare in cui sono previsti dei sostituti del pasto, che tipo di spuntini dietetici per dimagrire fare? Quali sono gli snack dietetici da inserire nella dieta dopo Natale? Per evitare cambi drastici nella dieta, potreste pensare di usare una fetta di pane integrale: anche se certamente non priva di carboidrati, è ammessa negli spuntini dietetici e nella dieta proteica. Spalmatevi sopra un velo di polpa di avocado con sopra una fettina di salmone affumicato, vi sentirete sazie, felici e pronte per tornare alla consueta forma fisica.

spuntini proteici 5 idee per merende sane

Spuntini proteici vegetariani

Qualche idea anche per degli ottimi spuntini proteici vegetariani? Ce ne sono centinaia, ma avete mai pensato di sostituire i salatini e le patatine tipici degli aperitivi con la loro versione salutare, ma ugualmente gustosa? Ebbene provate a fare dei ceci alle spezie passati al forno e delle chips di foglie di cavolo nero, essiccate con una spennellata di olio evo, sale e pepe: non ve ne pentirete.

Spuntini proteici naturali

Degli spuntini sani si possono mangiare a metà pomeriggio anche senza nessuna grande preparazione. Una mela con qualche unità di frutta secca, un kiwi con della ricotta su di un pezzetto di pane di segale, dei frullati di frutta e latte senza lattosio, un po’ di miele con un paio di noci sono tutti spuntini proteici naturali che spezzano la fame senza appesantire e danno anche impulso all’energia mentale.

Spuntini proteici fatti in casa

Avevamo parlato di dessert proteici qualche riga fa: vorreste sapere come si fa un goloso budino low carb, tra i migliori spuntini proteici fatti in casa? Ottimo: procuratevi un cucchiaio di cacao amaro in polvere oppure mezza tazzina di caffè non zuccherato o solubile, secondo i vostri gusti, una bacca di vaniglia, un cucchiaio di stevia, 100 gr di albume e 100 ml d’acqua. Ora mettete in una casseruola l’acqua, l’albume con un pizzico di sale e il contenuto della bacca di vaniglia, cuocete il composto per 2 minuti, girandolo ogni tanto, quindi toglietelo dal fuoco e passatelo in un frullatore, aggiungendo i restanti ingredienti. Frullate fino a ottenere una crema liscia, quindi ponete il composto in un contenitore, coprite il tutto con una pellicola per alimenti e lasciate raffreddare non meno di tre ore. Gustate il budino senza sensi di colpa, si conserverà in frigo fino a 3 giorni.